CAMPAGNA REFERENDARIA

- IL COMITATO REFERENDARIO DEI MOVIMENTI SICILIANI “DUE SI PER L’ACQUA BENE COMUNE”

- COMITATI E REFERENTI TERRITORIALI

- LE INIZIATIVE PER IL REFERENDUM IN SICILIA

- SOSTENITORI DELLA CAMPAGNA REFERENDARIA IN SICILIA

- MATERIALI CAMPAGNA REFERENDARIA (clicca per scaricare):
- I manifesti 50×70
- La cartolina
- La brochure
- L’adesivo
- Il mini giornale
- il Kit

 

- ECCO I TRE QUESITI REFERENDARI SOSTENUTI DAL NOSTRO COMITATO:
- ACQUA (VOTIAMO “SI” PER L’ACQUA BENE COMUNE)
Primo quesito:
Modalità di affidamento e gestione dei servizi pubblici locali di rilevanza economica. Abrogazione

Volete voi che sia abrogato l’art. 23 bis (Servizi pubblici locali di rilevanza economica) del decreto legge 25 giugno 2008 n.112 “Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria” convertito, con modificazioni, in legge 6 agosto 2008, n.133, come modificato dall’art.30, comma 26 della legge 23 luglio 2009, n.99 recante “Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia” e dall’art.15 del decreto legge 25 settembre 2009, n.135, recante “Disposizioni urgenti per l’attuazione di obblighi comunitari e per l’esecuzione di sentenze della corte di giustizia della Comunità europea” convertito, con modificazioni, in legge 20 novembre 2009, n.166, nel testo risultante a seguito della sentenza n.325 del 2010 della Corte costituzionale?
- ACQUA (VOTIAMO “SI” PER L’ACQUA BENE COMUNE)
Secondo quesito:
Determinazione della tariffa del servizio idrico integrato in base all’adeguata remunerazione del capitale investito. Abrogazione parziale di norma

Volete voi che sia abrogato il comma 1, dell’art. 154 (Tariffa del servizio idrico integrato) del Decreto Legislativo n. 152 del 3 aprile 2006 - Norme in materia ambientale, limitatamente alla seguente parte: “dell’adeguatezza della remunerazione del capitale investito”?
- NUCLEARE (VOTIAMO “SI” PER FERMARE IL NUCLEARE)
Terzo quesito:
Volete voi che sia abrogato il decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133, nel testo risultante per effetto di modificazioni ed integrazioni successive, recante Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria, limitatamente alle seguenti parti: art. 7, comma 1, lettera d: realizzazione nel territorio nazionale di impianti di produzione di energia nucleare?

Lascia un Commento