NOI IL 19 NOVEMBRE ALLA MANIFESTAZIONE PER L’ACQUA PUBBLICA A SIRACUSA IN PIAZZA NON CI SAREMO

COMUNICATO STAMPA

 

NOI IL 19 NOVEMBRE ALLA MANIFESTAZIONE PER L’ACQUA PUBBLICA A SIRACUSA IN PIAZZA NON CI SAREMO

 

 

 

Riguardo all’invito che leggiamo anche questa volta siamo costretti a prendere le distanze.

 

Soprattutto da chi conosce molto bene la storia dell’ATO Idrico di Siracusa e che per uno strano, ma non troppo, metaforismo oggi chiede ai movimenti, ai cittadini e a chi piuttosto non è informato, di scendere in Piazza.

 

Troviamo ancora una volta incomprensibile, ma alla fine sarà palese, il comportamento di chi oggirappresenta nel movimento per l’acqua pubblica la Cgil e la F.P. Regionale.

 

Perché noi ai tempi c’eravamo, e stranamente abbiamo manifestato proprio insieme  con coloro che ai tempi erano contro questi Sindaci.

 

Siamo venuti in possesso di documenti illegali che ci hanno fatto rabbrividire. Sconvolgenti proposte di accordi precedenti alla stipula della convenzione tra SOGEAS e i Comuni di Buccheri, Buscemi, Cassaro, Ferla, Palazzolo Acreide e Sortino, dove Sogeas s’impegnava a fornire a questi Comuni risorse finanziarie e agevolazioni di vario tipo comprese le assunzioni, naturalmente dopo la stipula!

 

Documenti e foto visibili nel sito www.acquabenecomune.org

 

Documenti che saranno utili sia a coloro che ancora una volta stanno per essere strumentalizzati, sia a chi sa e che continua a perpetuare mistificazioni.

 

Restiamo sempre in attesa di potere avere prima possibile una rappresentanza della CGIL con la quale potere interloquire al fine di creare davvero una linea comune contro i poteri forti che stanno dentro la partita dell’acqua e veramente votata verso la legalità e la giustizia, come ripetuto dallo stesso sindacato più volte.

 

Per queste motivazioni noi il 19 in Piazza non ci saremo, non appoggiando in alcun modo l’invito alla grande mobilitazione..

 

Invito che avremmo raccolto se la manifestazione regionale fosse stata mirata alla ripubblicizzazione dell’acqua in Sicilia.

 

Riconfermiamo l’autonomia dei Movimenti e dei cittadini che lottano contro la privatizzazione dell’acqua dai Soggetti Istituzionali e dalle Amministrazioni, riconoscendoli come nostri importanti interlocutori, ma continuando a vigilare sulla loro condotta; che riterremo idonea solo con atti forti e non più con Comunicati stampa o lettere di richieste di incontri o di pronunce a Soggetti Istituzionali e politici.

 

Inoltre, per chi non sa o fa finta di non averne notizia, informiamo che nel 2012 nei Comuni di Avola, Canicattini Bagni, Cassaro, Floridia, Melilli, Solarino si terranno le Amministrative e i cittadini dovranno scegliere chi andrà a gestire la loro vita ed i loro Beni Comuni.

 

Adesso più che mai ci indigna questo tipo di politica chiaramente opportunistica.

 

Certi che cambiare si può, ci pregiamo ancora di più di dire la nostra nel senso della verità e della trasparenza .


 

http://www.acquainsicilia.org/docs/manifestazione-70X100.pdf

http://www.acquainsicilia.org/docs/cs_13-11-11_siracusa.doc

http://www.acquainsicilia.org/docs/intervento_sindaco_sorbello.doc

http://www.acquainsicilia.org/docs/intervento_sindaco_amenta.doc

http://www.acquainsicilia.org/docs/clip_image002.jpg

 

Questa voce è stata pubblicata in News. Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento