COMUNICATO STAMPA – il forum siciliano dei Movimenti per l’acqua chiede un incontro con l’On. Roberto Ammatuna

COMUNICATO STAMPA
il forum siciliano dei Movimenti per l’acqua chiede un incontro
con l’On. Roberto Ammatuna

Scartabellando l’album dei ricordi dei movimenti per l’acqua in Sicilia abbiamo ritrovato alcune foto risalenti al 13 Gennaio 2007.

Lo scenario è Piazza Municipio a Pozzallo. E proprio da lì in Provincia di Ragusa ha avuto avvio come nel resto d’Italia  la raccolta firme per la legge nazionale di iniziativa popolare promossa dal Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua. La giornata è organizzata dall’Amministrazione comunale, dai Cittadini Invisibili? No, Grazie! e dalla Bottega Equo e Solidale di Pozzallo.

Tra i più fotografati c’è il Sindaco della cittadina ragusana, si chiama Roberto Ammatuna che la stampa in quella occasione ricorda come uno tra i primi a dire a no alla privatizzazione dell’acqua nella sua provincia. Infatti è lì e appone la sua firma sul modulo.

Roberto Ammatuna, ora deputato, è presidente della sottocommissione parlamentare dell’Assemblea regionale siciliana, istituita per esaminare le cinque proposte di legge presentate in merito alla ripubblicizzazione del servizio idrico in Sicilia. Un tema, quest’ultimo, che dunque conosce bene.

Ad oltre una settimana dalla prima audizione parlamentare per la proposta di legge di iniziativa popolare di ripubblicizzazione del servizio idrico in Sicilia presso la IV commissione, territorio e ambiente all’ARS, alla quale questo forum siciliano non ha potuto partecipare (non per sua volontà), vorremmo fargli  rilevare che la sua decisione di partire dal disegno di legge Panepinto è preoccupante oltre che fuorviante.

Il disegno di legge presentato dall’On. Panepinto prevede, infatti, tra le possibili tipologie di gestione del Servizio idrico integrato, anche la possibilità di adottare le società per azioni a capitale pubblico. Tale gestione, che rappresenta l’assoggettamento di un bisogno vitale e di un bene comune come l’acqua alle logiche e alle norme del diritto privato, ha già dato pessime prove dove è finora stata adottata, oltre che non rientrare tra gli obiettivi dei referendum abrogativi che a breve saranno celebrati.

Chiediamo all’on. Ammatuna di scegliere come testo – base l’unica proposta di legge, quella di iniziativa popolare, che non contiene la gestione con SPA (a totale capitale pubblico o meno) presentata da 35.000 cittadini siciliani.

Gli chiediamo , inoltre, di essere ricevuti per un incontro nei prossimi giorni.

Palermo, 10 Febbraio 2011

Il forum siciliano dei movimenti per l’acqua


Questa voce è stata pubblicata in Comunicati stampa e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento