Disconoscimento firma iniziativa regionale del 14 gennaio 2011 a Palermo

Palermo 12.01.2011

COMUNICATO STAMPA

IL FORUM SICILIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA DISCONOSCE COME PROPRIA L’INIZIATIVA “RIPRENDIAMOCI IL PRESENTE COSTRUIAMO IL FUTURO APPROVARE LA LEGGE PER L’ACQUA PUBBLICA IN SICILIA” CHE SI TERRÀ A PALERMO IL PROSSIMO 14 GENNAIO 2011 ALLE ORE 15,00 PRESSO IL PALAZZO CHIARAMONTE STERI (SALA DELLE CAPRIATE)

I Movimenti e i cittadini che fanno riferimento al Forum Siciliano dei Movimenti per l’acqua (www.acquainsicilia.org) costituito il 01 Marzo 2009 a Leonforte e ri-costituito il 5 dicembre 2010 a Caltanissetta, in attuazione della deliberazione del Coordinamento nazionale del Forum Italiano dei movimenti per l’acqua durante l’incontro del 14 Novembre 2010 a Catania, pur sostenendo la proposta di legge di iniziativa popolare (per la quale sono state raccolte e consegnate all’ARS 35.000 firme di cittadini siciliani) e pur auspicando una sollecita discussione della stessa in Assemblea Regionale, disconoscono la firma in calce dell’iniziativa in oggetto perché non organizzata da questo Forum.
Trattasi infatti di manifestazione organizzata, come è dato di capire, da dirigenti della CGIL e da alcuni partiti politici che non hanno ancora sottoscritto la nostra Carta di intenti e dunque non hanno ancora aderito al Forum Siciliano dei Movimenti per l’acqua al quale, facciamo presente, non è possibile intestare alcuna iniziativa senza il consenso dei movimenti e dei cittadini che ne fanno parte.
Al contempo siamo compiaciuti che la CGIL, nazionale nel suo complesso, abbia deciso finalmente di schierarsi apertamente per la gestione pubblica dell’acqua, e ci auguriamo che la presenza del segretario generale a Palermo (incomprensibilmente, peraltro, proprio il giorno del cruciale impegno della FIOM per il referendum sul contratto–capestro di Mirafiori a Torino) non si riduca ad una semplice passerella, ma si traduca in un concreto impegno (che finora non si è visto) dell’intera organizzazione, a cominciare dalla richiesta di moratoria sul decreto Ronchi e dalla battaglia referendaria.

Pur essendo aperti ed apprezzando l’adesione e la collaborazione di chiunque voglia aderire alla lotta per l’acqua pubblica, tuttavia, i movimenti che aderiscono al Forum Siciliano dei movimenti per l’acqua non sono adusi a posizioni di basso profilo e di subalternità nei confronti di alcun soggetto politico e sindacale. Apprezzano, al contrario, la qualità dei soggetti che interverranno come espressione, da diverse angolature, della società civile, ed auspicano future e proficue collaborazioni con gli stessi.

Il Movimenti del Forum Siciliano dei movimenti per l’acqua, che il 5 Dicembre 2010 a Caltanissetta ha stilato una carta di intenti (clicca qui per scaricarla) sono impegnati con forza e sul campo per la gestione pubblica e realmente democratica del servizio idrico, escludendo pertanto qualunque tipo di società di capitali, anche a controllo pubblico, e vigileranno sul reale comportamento e sui voti che esprimeranno i Parlamentari all’ARS, a cominciare da quelli che oggi si proclamano oppositori della privatizzazione, e seguiranno con attenzione la posizione che assumeranno gli Enti locali a tal riguardo.

Non possiamo, infine, che esprimere perplessità, mista a preoccupazione, ascoltando le ultime dichiarazioni dell’On Ammatuna, Presidente della Sottocommissione istituita per agevolare l’attività istruttoria sui disegni di legge nn. 461-373-501-553 sul tema “acqua pubblica” in discussione all’ARS, che ha dichiarato che: ”come testo base ci si avvarrà del disegno di legge presentato dall’on. Panepinto, il cui testo è stato elaborato insieme a sindaci, studiosi ed esperti”.

Tale DDL prevede infatti, al comma 2 dell’art. 8, anche la gestione del SII da parte di società di capitali mentre la proposta di legge di iniziativa popolare, sottoscritta da 35.000 cittadini siciliani, pur essendo stata dichiarata ammissibile non sembra essere ancora presente tra gli OdG dell’Assemblea Regionale Siciliana.

FORUM SICILIANO
DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA

a cui hanno aderito (ad oggi):
– A Sud Sicilia
- A.Svi.T. – Associazione per lo Sviluppo Territoriale – Palermo
- Ass. Antimafie “Rita Atria”
- Ass. Antimafie Rita Atria – Catania
- Ass. RADIO AUT – Palermo
- Associazione “I Cittadini del Villaggio Globale”
- Associazione Culturale Riportiamo alla Luce – Palermo
- Associazione di promozione sociale L’AltraSciacca – Sciacca (AG)
- Associazione Malausséne
- Associazione Omosessuale Articolo Tre di Palermo
- Casa del consumatore – Siracusa
- Casablanca (storie dalla città di frontiera)
- Centro Sociale La libertà – Siracusa
- Cittadini Invisibili? No Grazie – Palermo
- Cobas Sicilia
- Collettivo Malefimmine
- Comitato Acqua – Leonforte (En)
- Comitato “Giù le mani dall’acqua” – Termini Imerese (PA)
- Comitato Civico “No acqua salata” – Siracusa
- Comitato NO PRIV – Castelbuono (PA)
- Comunisti Sinistra Popolare
- Laboratorio Zeta – Palermo
- Laici Comboniani Palermo
- Libera Palermo. Associazioni nomi e numeri contro le Mafie
- Movimento 5 stelle – Messina
- Presidio “Rita Atria” Libera – Milazzo
- Rete Lilliput – Messina
e numerosi cittadini siciliani

Questa voce è stata pubblicata in Comunicati stampa, Iniziative e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento