Report Riunione Coordinamento Nazionale Forum Italiano – Roma 08 Novembre 2008

REPORT RIUNIONE COORDINAMENTO NAZIONALE FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L’ACQUA

Roma, 8 novembre 2008

Alla riunione erano presenti : Yaku, Coordinamento Romano Acqua Pubblica, Confederazione Cobas, Comitato Italiano per il Contratto Mondiale dell’Acqua, FP Cgil, Attac, Ass.  Lib Lab, Comitati di Napoli, Brescia, Velletri, Umbria.

La prima parte della riunione ha fatto il punto sull’organizzazione del secondo Forum italiano dei movimenti per l’acqua, che si terrà ad Aprilia il 22-23 novembre, con un’anticipazione il 21 pomeriggio a Roma, dove si terrà l’assemblea del Coordinamento nazionale Enti Locali per la ripubblicizzazione dell’acqua.

Per quanto riguarda l’assemblea degli Enti Locali, si è preliminarmente data informazione del fatto che tre Regioni –Piemonte, Liguria, Emilia Romagna- hanno fatto ricorso per incostituzionalità contro l’art. 23 bis della Legge n. 133/2008.
L’organizzazione dell’assemblea è a buon punto, ma occorre stimolare, anche da parte dei comitati per l’acqua in tutti i territori, la partecipazione di più enti locali possibili, in modo che l’incontro del 21 sancisca una vera nascita del Coordinamento nazionale.
Gli obiettivi su cui si chiederà al Coordinamento di lavorare sono : iniziative di contrasto alla Legge 133, la moltiplicazione degli enti locali che dichiarano, nello statuto o con apposita deliberazione, il servizio idrico “servizio privo di rilevanza economica”, il contrasto alle attuali multiutilities e alle loro aggregazioni, l’avvio di processi di ripubblicizzazione nei propri territori.

Per quanto riguarda il secondo Forum, si è illustrato lo stato di avanzamento dei seminari previsti, ribadendo gli obiettivi specifici di ciascun seminario già esplicitati nelle schede a disposizione sul sito e impegnando ciascun facilitatore a fornire alla segreteria nazionale entro pochi giorni l’elenco definitivo dei nomi dei partecipanti a ciascun seminario.
Per quanto riguarda gli aspetti organizzativi, il comitato di Aprilia, pur non potendo essere presente alla riunione ha inviato un report, che delinea la buona situazione.
Si è inoltre deciso di accompagnare l’inizio del secondo Forum, attraverso un presidio davanti al Parlamento, in piazza Colonna, per l’intera giornata di giovedì 20 novembre, convocando nel medesimo luogo alle ore 12.30, la conferenza stampa di presentazione del Forum.
Si è inoltre data informazione di due incontri con il Forum italiano dei movimenti per l’acqua richiesti da forze politiche: l’Italia dei Valori, con incontro martedì 11 ore 13, e Rifondazione Comunista, con incontro il 13 ore 15.30.

La seconda parte della riunione ha affrontato la bozza di documento conclusivo, da sottoporre in forma aperta alla discussione del movimento per l’acqua.
Si è preliminarmente affrontata la questione delle sinergie con il movimento degli studenti, sollecitate da diverse email giunte in lista hyperlink.
Si è concordato di preparare una lettera del movimento per l’acqua al movimento degli studenti per sottolineare il reciproco riconoscimento tra le due lotte, da concretizzarsi attraverso la richiesta di un intervento, in sede di apertura del Forum, da parte di una/o studente e la proposta di un percorso comune di connessione, attraverso l’organizzazione di iniziative comuni all’interno delle Università.
La lettera verrà presentata all’Assemblea nazionale del movimento degli studenti del prossimo 15 novembre.
Si è inoltre deciso, in sede di apertura del Forum, di dare spazio a due gravi situazioni internazionali relative alla questione acqua : un intervento di un palestinese sull’emergenza a Gaza e di un curdo sulla diga di Ilisu.

Si è successivamente iniziata la discussione della bozza di documento conclusivo, distribuita in quella sede.
La discussione è stata molto ricca e le prime proposte di integrazione sono state diverse.
Si è sottolineata in particolare la nuova fase che si è aperta con il “crack” finanziario mondiale e con la crisi del liberismo fondato sulla totale finanziarizzazione della società, che segna la crisi profonda dell’ ideologia del “privato è bello”.
Contemporaneamente, la nuova reattività sociale, emersa con lo straordinario movimento degli studenti e con le lotte del mondo del lavoro, apre uno scenario di possibile nuova centralità dell’idea di “pubblico”, di “beni comuni” e di democrazia, che consente al movimento per l’acqua nuove riflessioni e possibili sinergie.

Si sono definiti tempi e modalità della discussione del documento.
Il documento, sistemato con le prime proposte di integrazione emerse nella riunione, verrà inviato a tutto il movimento per l’acqua lunedì 17 e verranno raccolte le prime proposte di integrazione entro venerdì 21.
Il testo integrato sarà la base dell’assemblea conclusiva del Forum, nella quale si raccoglieranno sia le ulteriori proposte emerse dai seminari del giorno precedente, sia quelle emerse dal dibattito assembleare.
Nella settimana successiva al Forum si produrrà il documento finale.

La terza parte della riunione ha affrontato la questione economica del Forum italiano dei movimenti per l’acqua, con una relazione sull’attuale situazione di cassa e sulle prospettive di bilancio.
La situazione è, senza perifrasi, tragica : il Forum arriverà a dicembre 2008 con una situazione debitoria pari a 1500 euro, mentre le necessità di funzionamento per tutto il 2009 richiedono una spesa pari a 16.000 euro.
Si è pertanto deciso di riaprire una campagna di finanziamento del Forum, a partire dalle reti, dalle organizzazioni e dalle associazioni nazionali che lo compongono, al fine di reperire 18.000 euro e consentire al Forum di proseguire nel suo normale funzionamento.
In questo senso si fa appello alla responsabilità di ciascuno per mettere in campo il massimo possibile di risorse.
Si è dato mandato alla tesoreria, coadiuvata dalla segreteria organizzativa, di produrre al più presto una ipotesi di ripartizione delle quote di finanziamento tra le varie reti, organizzazioni e associazioni.

Ci si è infine dati appuntamento al secondo Forum italiano dei movimenti per l’acqua, con un appello a tutte le realtà territoriali perché garantiscano il massimo di presenza possibile a questo fondamentale appuntamento per tutto il movimento per l’acqua.

Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua

Questa voce è stata pubblicata in Report Incontri Forum Italiano e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un Commento